mercoledì 29 aprile 2015

RECENSIONE "Raccontami di un giorno perfetto"

Salve  a tutti,
mi scuso enormemente per non essere stata presente in questi giorni.Ma purtroppo ho avuto tanto (troppo) da fare,e non sono riuscita nemmeno a rispondere ai vostri commenti.Per cui mi dispiace,ma appena riesco a trovare un po' di tempo libero,mi rimetto in pari con i post.Comunque,mi siete mancati terribilmente **
Bando alle ciance...per festeggiare il mio ritorno (?),una nuovissima recensioneee!


TITOLO:Raccontami di un giorno perfetto

AUTORE: Jennifer Niven

GENERE: Young adult

PREZZO: 14.90 euro

CASA EDITRICE: DeA

TRAMA: E' una gelida mattina di gennaio quella in cui Theodore Finch decide di salire sulla torre campanaria della scuola per capire come ci si sente a guardare di sotto.L'ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù,in bilico sul cornicione a sei piani d'altezza.Men che meno Violet Markey,una delle ragazze più popolari del liceo.Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare.Sono due anime fragili:lui lotta da anni con la depressione,lei ha visto morire la sorella in un terribile incidente d'auto.E' in quel preciso istante che i due ragazzi provano per la prima volta la vertigine che li legherà nei mesi successivi.I giorni,le settimane in cui un progetto scolastico li porterà alla scoperta dei luoghi più bizzarri e sconosciuti del loro Paese e l'amicizia si trasformerà in un amore travolgente,una drammatica corsa contro il tempo.E alla fine di questa corsa,a rimanere indelebile nella memoria sarà l'incanto di una storia d'amore tra due ragazzi che stanno per diventare adulti.Quel genere d'incanto che solo le giornate perfette sono capaci di regalare.

                                               MIE CONSIDERAZIONI

Questo libro mi ha attirato fin dal primo istante.Appena l'ho visto in uno dei post delle "ultime uscite",ho deciso di leggerlo.Non sono certa di cosa mi abbia attirato in un primo momento:forse la copertina,ma più probabilmente la trama,una trama che promette di regalare forti emozioni.
Ho sentito tantissimi pareri a riguardo,veramente molto contrastanti.Ci ho messo un po' per metabolizzare questo libro,per capire se fossero di più le cose che mi sono piaciuto di quelle che non mi sono piaciute.Alla fine sono arrivata alla conclusione che "Raccontami di un giorno perfetto" è un bel libro.Mi sono lasciata guidare dalle emozioni che mi ha regalato e mi sono detta "Ma infischiatene,delle cose negative" XD (ovviamente oggi vi parlerò anche delle cose che non mi sono piaciute).Come già avete capito dalla trama il libro parla di una tematica molto comune (ahimè) tra gli adolescenti (e non solo),il suicidio"Tuffarmi: lasciarmi portare via dall'aria.Sarà come fluttuare in una piscina,abbandonarsi fino a non sentire più nulla".Non avevo mai letto un libro che trattasse di questa tematica,quindi non ho modo di paragonarlo a qualcos'altro.E' un argomento dal quale mi sono sempre tenuta distante,proprio per il fatto che preferisco evitare libri che mi potrebbero far deprimere (ma alla fine tendo a leggere solo quelli XD)Non riuscivo a capire perchè l'autrice avesse scelto di scrivere sia dal punto di vista di Violet che da quello di Finch,ma poi verso la fine ho compreso che probabilmente la Niven,volesse renderci completamente partecipi nella storia,e quindi farci capire cosa provasse i due protagonisti nello stesso momento.Personalmente,ho preferito di gran lunga il personaggio di Finch,è uno di quei protagonisti che potrei definire a "tutto tondo",con una personalità fantastica e spesso pessimista "Il motivo è che niente ha più
importanza:scuola,fidanzati,amici,feste,corsi di scrittura creativa,tutto è solo un riempitivo,un modo per passare il tempo in attesa della morte"La Niven lo ha descritto sotto uno punto di vista,ha curato ogni singola sfaccettatura,e per la prima volta mi sono trovata davanti un'autrice femmina che scrive meglio dal punto di vista di un maschio.E quindi arriviamo alla prima cosa che non ho apprezzato: Violet.Un personaggio a, tratti insulso,che secondo me la maggior parte del tempo è stato lasciato al caso,del tutto annullato dalla sfarzosità del protagonista maschile.L'ho trovata,per gran parte della storia,abbastanza indifferente,e per questo,una volta chiuso il libro mi sono resa conto che non mi ha lasciato assolutamente nulla,a differenza di Finch,che ho amato fino alla fine. La storia d'amore l'ho trovata molto dolce (forse un po' simile a quella di "Il tuo meraviglioso silenzio"),ma veramente tanto dolce,mi sono ritrovata a desiderare,come fidanzato un tipo strano come Finch "Prima che tu ti faccia strane idee:questo non significa che mi piaci",ma in fondo romantico"Tu sei tutti i colori in uno,nel loro massimo splendore"Un'altra cosa che non ho apprezzato è il finale,che ho trovato un tantino contraddittorio e estremamente veloce,(onde evitare di fare spoiler,risponderò a vostre eventuali domande nei commenti,se magari voleste sapere perchè non mi è piaciuto come si è concluso il libro.)Ma,una volta chiuso il libro,devo ammettere che mi sono rimaste molto più impresse le cose belle,le belle emozioni che mi ha trasmesso.E' uno di quei libri che ti fa venire voglia di scrivere,infondendo, nella maggior parte della storia ,l'amore per la scrittura."Possiamo cominciare da una piccola cosa.Apri un nuovo documento di word o prendi un foglio bianco,sarà la nostra tela.Ricorda quello che diceva Michelangelo a proposito della scultura come -arte del levare-la statua p già nella materia,si tratta solo di tirarla fuori dal blocco di marmo.Anche le tue parole devono soltanto essere tirate fuori." Io vi consiglio di affrontare questa lettura (magari quando siete di buon umore,visto che è abbastanza pessimista come libro),vi assicuro che appena lo prenderete in mano non riuscirete più a staccarvene.Quindi:abbasso i pregiudizi!

GIUDIZIO: Bello.

Voi l'avete letto?Vi piacerebbe farlo?
Fatemi sapere cosa ne pensate.

                                                                                                                                  MissDafne


martedì 21 aprile 2015

RECENSION "Luce"

Salve,
oggi vi recensirò un libro che mi è stato inviato dalla Giovane Holden Edizioni

TITOLO:Luce

AUTORE: Giovanna Foresio

GENERE: Romanzo 

CASA EDITRICE: Giovane Holden Edizioni

TRAMA: Giovanna Foresio prende in prestito la storia di un rapimento annunciato per esplorare l'animo umano,l'incapacità di relazionarsi non solo con gli altri ma anche con se stessi.Talvolta le circostanze ci inducono a sentirsi fragili ed impotenti davanti alle avversità,all'imprevisto,alla cattiveria.Evadere in una realtà parallela in cui buio e luce si frantumano fino a confondersi e confonderci diviene l'unico desiderio.La protagonista di Luce è una donna che da sempre ha sofferto e soffre in silenzio:bambina per la morte del padre e del fratello minore,donna per l'uomo che le vive accanto che un giorno l'ama alla follia mentre il giorno dopo la umilia e la brutalizza.Riservata,quasi timida,Barbara possiede una grande determinazione interiore che le permetterà di affrontare faccia a faccia i suoi demoni.

                                               MIE CONSIDERAZIONI:

Quando la casa editrice mi chiese di scegliere dei libri da recensire io,sfogliando il catalogo,rimasi subito attratta da "Luce".Non so perchè,forse per la copertina:semplice,ma al contempo elegante,oppure per la storia che mi aspettavo che questo libro raccontasse.Appena l'ho aperto ero sicura che mi sarei trovata davanti la storia di un rapimento,invece sono rimasta abbastanza sorpresa,quando,una volta avendolo finito,mi sono resa conto che l'idea che mi ero fatta del libro in partenza era completamente sbagliata.La storia che questo libro tratta gira intorno a Barbara,una donna apparentemente forte,ma che poi si scoprirà avere una personalità molto fragile,un cuore pieno di ferite ancora sanguinanti.In 159 pagine,impariamo a conoscerla,scopriamo come la pensa,ma soprattutto la seguiamo nel viaggio che lei stessa affronta all'interno del proprio essere.Il libro è diviso in tre parti che si alternano all'interno del libro,per cui ci troviamo di fronte ad una fabula,che però non è affatto confusionaria.Ci sono i capitoli chiamati "azioni" nei quali appunto viene raccontato il quasi riuscito rapimento della figlia di Barbara,Claudia,nei quali appunto,Barbara soffre al pensiero di stare lontana da sua figlia o addirittura di poterla perdere.Poi ci sono "gli appunti intimi",le parti che, personalmente ho trovato migliori,nelle quali Barbare parla di sè,esprime i suoi pensieri:"L'unica cosa che vorrei in questi momenti è riuscire a spegnere il cervello,i pensieri che mi  girano in testa vorticosamente e che non mi danno tregua,i finti ricordi che si accalcano e che mi opprimono.Purtroppo non esiste un interruttore che mi permetta di spegnerli a comando",parla di tutti gli eventi che l'hanno resa com'è,parla della morte,"Ogni mattina appena mi sveglio,la prima cosa a cui devo far fronte è la lotta contro la mia voglia di morire" che considera "la mia compagna di vita e di avventura",di quante volte ha desiderato farla finita ma ha sempre avuto paura del "distacco,il momento in cui ci stacchiamo dalla nostra vita terrena".E poi parla di suo marito,che purtroppo soffre di "bipolarismo" (se così posso definirlo),e quindi tende spesso a maltrattarla e ad umiliarla,ma che lei continua ad amare comunque alla follia,o almeno ama alla follia il ricordo di come lui era un tempo."L'accettazione vera di un individuo così com'è è l'aspetto più profondo dell'amore,ed è un traguardo molto difficile da raggiungere.Non si ha nè il potere,nè il dovere nè tantomeno il diritto di indurre il proprio marito o compagno a cambiare.Fin quando non si accetta il proprio partner così com'è,si rimane come congelate,sospese".E poi ci sono "le analisi" nelle quali sono riportati i discorsi che Barbara affronta con un analista,gli racconto del suo passato,della sua vita passata,che fatica a dimenticare,o almeno ad accantonare.Questo libro mi ha fatta riflettere molto,è uno di quei libri che definirei "piccoli ma intensi".Mi ha spinta a pensare alla solitudine, che Barbara definisce il "suo vero incubo personale"e beh,mi sono ritrovata a pensarla come lei: "L'uomo è un animale sociale""Luce" esplora la personalità di Barbara,ma anche quella del lettore,lo  fa riflettere e si,lo fa immedesimare in Barbare,lo spinge a pensare a cosa farebbe al posto suo.Ho trovato questo libro veramente toccante,e consiglio la lettura a chiunque abbia voglia di immergersi nel proprio essere.

GIUDIZIO:Bello.

Voi l'avete letto?Cosa ne pensate?

                                                                                                                                       MissDafne

domenica 19 aprile 2015

HELLO SPRING BOOK TAG

Salve amici ed amiche<3
Come state? Spero bene!
La Primavera è iniziata oramai da un bel po',però ci tenevo a proporvi questo tag che ho trovato nel blog Attraverso i libri e quel che Serena vi trovò.

1#L'inverno è finito.Quale libro lanceresti nel camino insieme alla rimanenza di legna da ardere?



TITOLO: Fallen

SERIE: Fallen

GENERE: Urban fantasy (una specie)

AUTORE: Lauren Kate

CASA EDITRICE: Rizzoli

CONSIDERAZIONI:Inutile ribadire che questo libro non mi sia piaciuto per niente!L'ho trovato una "rivisitazione" di tanti libri,film e serie tv.Poco originale, e veramente prevedibile.Non penso proprio di continuare la serie,visto che ho sentito dire che i seguiti sono persino peggio del primo libro.



2#Tra i tuoi libri,qual è quello che fa subito primavera?




TITOLO:Per una volta nella vita(Eleanor and Park)

AUTORE: Rainbow Rowell

GENERE: Young Adult

CASA EDITRICE: Piemme

CONSIDERAZIONI:Ho scelto questo libro perchè ogni volta che lo rileggo o anche ogni volta che ci ripenso mi trasmette un senso di serenità e leggerezza che io associo alla Primavera.

RECENSIONE: qui




3#Immagina una giornata soleggiata al parco,dopo mesi di tempaccio e di freddo,quale libro ti farebbe compagnia.


TITOLO:Percy Jackson e la Battaglia del Labirinto

SERIE: Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo 

AUTORE: Rick Riordan 

GENERE: Fantasy

CASA EDITRICE: Mondadori

CONSIDERAZIONI:Ultimamente mi sto affezionando tantissimo alla serie di Percy Jackson,quindi credo proprio che per una giornata rilassante sceglierei il quarto libro della serie,nonchè il mio preferito

RECENSIONE: qui



4# Primavera è rinascita.A quale libro ti fa pensare?


TITOLO:Wonder

AUTORE: R.J Palacio

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE:Giunti 

CONSIDERAZIONI:Appena penso alla parola rinascita mi viene in mente questo libro,che racconto la vita difficile di un ragazzino che è nato con una deformazione alla faccia,ma che nonostante tutto riesce a guardare la vita in modo sereno e gioioso





5# Si sa,Primavera è anche meteo pazzerello.Il libro più pazzo che possiedi?O quello più imprevedibile che hai letto?




TITOLO:Marina

AUTORE: Carlos Ruiz Zafòn 

GENERE:Drammatico

CASA EDITRICE: Mondadori

CONSIDERAZIONI:Mentre leggevo questo libro non riuscivo a capire seriamente cosa stessi leggendo,ora come ora non saprei dirvi con precisione a che genere appartiene

RECENSIONE:Qui




6#Se un libro fosse una rosa rossa (Rosa rossa=vero amore,passione)


TITOLO:Shadowhunters La principessa

SERIE: Shadowhunters le origini

AUTORE: Cassandra Clare

GENERE: Paranormal Fantasy

CASA EDITRICE:Mondadori

CONSIDERAZIONI:La passione e l'amore fra Will e Tessa è palpabile in tutto l'arco del libro.Per questa domanda non potevate aspettarvi romanzi rosa,li odio!!






7#Se un libro fosse un'orchidea (Orchidea=Eleganza,Sensualità)




TITOLO:Il racconto dell'ancella

AUTORE: Margaret Arwood

GENERE:Distopico

CASA EDITRICE:Ponte delle grazie

CONSIDERAZIONI:Sembrerà una scelta alquanto bizzarra (e lo è),ma non posso negare il fatto che ho trovato estremamente elegante il personaggio di Difred,nonostante sia una specie di "prostituta".

RECENSIONE: qui



8# Se un libro fosse una margherita? (Margherita=semplicità,purezza)


TITOLO:Un giorno questo dolore ti sarà utile

AUTORE:Peter Cameron 

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Gli Adelphi

CONSIDERAZIONI:Ho trovato questo libro estremamente puro,per il fatto che fosse scritto in prima persona e non ci fosse una trama ben precisa,il protagonista esponeva semplicemente i suoi pensieri.

RECENSIONE:qui





9# Se un libro fosse una rosa gialla (Vergogna=gelosia)




TITOLO:Quella vita che ci manca

AUTORE:Valentina D'Urbano 

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE:Longanesi

CONSIDERAZIONI:Ho scelto questo libro,non solo perchè è scritto da una delle mie autrici preferite,ma anche per il fatto che è completamente intriso di vergogna,per quel che si è,per quel che si fa.





10#Se un libro fosse una petunia?(Petunia=collera)




TITOLO:Avevano spento anche la luna

AUTORE:Ruta Sepetys

GENERE: Drammatico

CASA EDITRICE:Garzanti

CONSIDERAZIONI:Non ho mai letto un libro che parlasse di collera o cose del genere,ma leggendo "Avevano spento anche la luna" riuscivo a capire fra le righe quanto l'autrice fosse indignata per come delle persone venivano trattate.

RECENSIONE:QUI



Il tag è finito.Spero di avervi tenuto un po' di compagnia.
Invito chiunque ne abbia voglia a farlo o magari,se già l'ha fatto,a linkarmi il post,così corro a vederlo.

                                                                                                                                               MissDafne





martedì 14 aprile 2015

ROMICS 2015 #Lamiaesperienza

Salve amici ed amiche,
volevo proporvi questa nuova rubrica nella quale vi racconterò una mia giornata particolare,nella quale ho fatto qualcosa di diverso,che magari potrebbe interessarvi.
oggi vorrei parlarvi della mia esperienza al Romics,la fiera del fumetto che si è tenuta in questo periodo a Roma,alla quale sono andata sabato 9 Aprile.
Era la prima volta che partecipavo ad un evento così particolare,e devo dire che ne sono stata veramente felice.Sono partita la mattina proprio per recarmi lì presto (ho saltato scuola!Yeeeh), proprio per il fatto che mi aspettavo di trovare tanta gente,e beh,devo dire che non mi sbagliavo:

 Fortunatamente ho comprato i biglietti su Internet sennò sarei rimasta imbottigliata insieme a tutta quella gente.Come potete vedere c'erano tantissime persone,e quasi quasi non ci si poteva avvicinare agli stand.All'inizio,non riuscivo a muovermi in quella folla,poi fortunatamente mi sono abituata a dare spinte a destra e a manca.




Come potete vedere c'eran quattro settori:Il settore 8 "Il pala romics" nel quale venivano mandate proiezioni,il settore 5 "Movie village" nel quale vendevano tutti gadget legati ai film,il settore 9 "G.E Games Entertainment" nel quale non sono praticamente entrata ed il settore 7 "Comics" nel quale vendevano tutto ciò che aveva a che fare con i libri ed i fumetti.



In particolare nei settori 5 e 7 ho comprato tante belle cose!!La maglia di American Horror Story con scritto "Normal people scare me",la maglia di Game of Thrones con il simbolo dei Lannister (la mia casata preferita) e la maglia di Percy Jackson,del campo mezzosangue(che non vedete nella foto perchè è a lavare XD)




                                                                            Poi ho comprato la spilla di Mockingjay,con la ghiandaia che spicca il volo e la spilla di Breaking Bad con Heisenberg,che ho pagato solo 1 euro!!






C'erano dei cosplayer veramente bravissimi con dei vestiti fatti benissimo!Inutile dirvi che mi sono fatta tremila foto.Ho incontrato un sacco di personaggi delle favole,del Trono di Spade,Dorian di Scrubs e persino Jhonny Depp.
                                                                                 Ma la più bella in assoluto è la foto che mi sono fatta sul Trono di Spade che vedete nella foto a fianco.Mentre sedevo sul quel trono di gomma mi sentivo potente!
  

          
Voi ci siete andati al Romics?Vi piacerebbe andarci?
Raccontatemi la vostra esperienza.Io non vedo l'ora di riandarci!

                                                                                                                                               MissDafne
 

mercoledì 8 aprile 2015

RECENSIONE "EVADNE La sirena perduta"

Salve amici ed amiche!
Oggi vi recensirò un libro che mi è stato gentilmente offerto dalla Dunwich Edizioni.

TITOLO:Evadne la sirena perduta

AUTORE: Diana Al Azem

GENERE: Fantasy

CASA EDITRICE: Dunwich Edizioni

PREZZO DI COPERTINA: 9.90 euro

ACQUISTABILE: QUI

TRAMA: "Non potrò mai dimenticare quel senso di soffocamento provocato dallo stare così tanto tempo sott'acqua.Nè la mancanza di ossigeno che mi bloccava i polmoni,provocandomi piccoli spasmi,o la poca luce che passava sotto il mare,spegnendosi poco a poco.Qualche istante prima di perdere conoscenza,sentii qualcosa afferrarmi la vita e trascinarmi nelle profondità del mare.Proprio in quel momento persi i sensi.Non ricordo nè come nè quando tornai a galla,ma a un tratto mi ritrovai alla deriva su una tavola da surf,di sera,a poche centinaia di metri al largo della costa di Tarifa.Grazie a una pattuglia di guardia che vigilava la zona riuscii a tornare a casa.Non sono mai stata capace di spiegarmi come una bambina di tre anni,in mezzo al mare,fosse riuscita a sopravvivere a quelle temperature invernali.

                                                      MIE CONSIDERAZIONI
Non avevo mai letto nulla sulle sirene,però era sempre stato un aspetto della mitologia che mi incuriosiva molto.Se prendete in considerazione questo libro non immaginatevi scenari alla Percy Jackson,bensì qualcosa di completamente diverso.Eva è una normale adolescente che vive una normalissima esistenza.Fino a quando però,qualcosa cambia:la sua migliore amica incomincia a comportarsi in modo strano,influenzata dalla figura di una ragazza misteriosa,Sophia.Tra intrighi,amicizie pericolose e incontri inaspettati,Eva verrà a conoscenza di una verità che sconvolgerà completamente la sua vita.
Non male come premessa no? Devo dire che il libro mi ha coinvolta,ho trovato il modo di scrittura piuttosto fluido e lineare.In un certo senso,penso di poter definire questo libro come uno Young Adult:ricalca molte delle argomentazioni che riguardano gli adolescenti:l'amicizia,l'amore,i cambiamenti.Nonostante il libro tratti una tematica,a parer mio,molto originale,probabilmente mi aspettavo un qualcosa di più...i personaggi non mi hanno entusiasmata granchè:Eva,l'ho trovata spesso,abbastanza piatta,però devo dire,che mi sono rivista in lei,sotto alcuni aspetti...e ciò penso che mi abbia avvicinata di più al libro "A volte in momenti di profonda meditazione tra le quattro pareti della mia stanza,pensavo che contasse poco quello che si voleva fare se si sapeva di non poter sbagliare.L'importante era far fronte alle proprie paure".Una cosa che ho apprezzato sicuramente di lei è che è una protagonista sensibile.Di solito,nei romanzi per ragazzi,la protagonista femminile è descritta come un'eroina invincibile,invece Eva è una ragazza normalissima,che affronta spesso momenti di stress "Mi strinse il mento obbligandomi a guardarlo e quindi mi asciugò le lacrime con le dita-Scusami io-...-Non devi scusarti per aver pianto-mormorò-Sai?Anni fa un poeta libanese disse che ci deve essere qualcosa di estremamente sacro nel sale,perchè è presente nelle nostre lacrime e nel mare". mentre Naiade,il protagonista maschile,mi è parso un po' stereotipato...insomma il classico tipo che si trova negli Young Adult:incredilmente bello e protettivo(a tratti mi ha ricordato anche Edward Cullen).Penso che il personaggio più interessante della storia sia Miki,il migliore amico di Eva.Mi sarebbe piaciuto sapere qualcos'altro di lui,secondo me l'autrice avrebbe potuto sfruttare meglio il suo personaggio,rendendolo magari,più importante.La storia l'ho trovata carina e a tratti entusiasmante:secondo me i colpi di scena sono dosati e disposti in modo giusto,non ce ne sono nè troppi e nè pochi,ed il susseguirsi degli eventi procede gradualmente,senza passaggi bruschi inappropriati.Nonostante il personaggio di Naiade,come ho già detto,non mi è piaciuto,la storia d'amore l'ho trovata dolce(lo ammetto,mi sono sciolta anche io)"-Come pensi che mi sia sentita quando ci siamo presentati e tu mi hai guardata come un alieno?Sembrava che mi odiassi all'inizio-Odiarti?Stavo solo contenendo la mia irresistibile voglia di saltarti addosso e baciarti -esclamò abbracciandomi"Una cosa che non ho apprezzato è il fatto che non ci fosse un antagonista vero e proprio,o almeno un antagonista con una personalità ben descritta.Non vi anticipo nulla,però spero vivamente che nel libro seguente l'autrice alimenti un po' la vicenda.Mi piacerebbe leggere il seguito,anche perchè penso che potrebbe uscirne una cosa molto carina,alla fine.Mi sento di consigliarvi questo libro se vi va di leggere un qualcosa di leggero,in grado di tenervi coinvolti.
Ringrazio di nuovo la Dunwich edizioni per avermi dato la possibilità di leggere questo romanzo,che a suo modo,è stato in grado di lasciarmi qualcosa.

GIUDIZIO:Carino.

L'avete letto?Vi piacerebbe farlo?Fatemelo sapere.Un bacio <3

                                                                                                                                         MissDafne

martedì 7 aprile 2015

BOOK HAUL #5

Buongiorno amici ed amiche,
le vacanze Pasquali stanno oramai giungendo al termine(ahimè)Per cui,non potrò essere molto presente d'ora in avanti,come lo sono stata in questo periodo.
Oggi vi farò "vedere" tutte le entrate libresche del mese di Marzo.Sono molto fiera di me,visto che non mese di Marzo non ho comperato assolutamente nulla!


                                     









1# "Il racconto dell'ancella",libro che mi è stato regalato dai miei genitori.

AUTORE: Margaret Atwood

GENERE: Distopico

CASA EDITRICE: Ponte delle Grazie

PREZZO DI COPERTINA: 14.90

RECENSIONE: QUI

TRAMA: In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche,gli Stati Uniti sono diventati uno stato totalitario basato sul controllo del corpo femminile.Le poche donne in grado di avere figli,le "ancelle"sono costrette alla procreazione coatta,mentre le altre sono ridotte in schiavitù.Della donna che non ha più un nome sappiamo che ora si chiama Difred,cioè "di Fred",il suo padrone,sappiamo che vive nella Repubblica di Gilead,e che può allontanarsi dalla casa solo una volta al mese per andare al mercato.Le merci non sono contrassegnate da nomi,ma solo da figure,perchè alle donne non è più permesso leggere.Apparentemente rassegnata al suo destino,Difred prega di restare incinta,unica speranza di salvezza,ma non ha del tutto perso i ricordo di "prima"

2# "Percy Jackson e la Battaglia del Labirinto",che mi è stato sempre regalato dai miei genitori,che hanno usufruito dello sconto di Marzo su tutti gli Oscar Mondadori,pagandolo circa 9 euro.

AUTORE: Rick Riordan


SERIE: Percy Jackson


GENERE: Fantasy 


CASA EDITRICE:  Mondadori


PREZZO DI COPERTINA: 13 euro


RECENSIONE: QUI


TRAMA: La guerra tra gli dei dell'Olimpo e i Titani è alle porte, e ancora una volta il Campo Mezzosangue è in pericolo: gira voce che Luke e il suo esercito siano a un passo dall'invasione. E se i confini del Campo non fossero sicuri come una volta? Per difendersi, Percy, Annabeth e Grover devono addentrarsi nel Labirinto di Dedalo, cbe forse nasconde una via d'accesso al Campo. Un tempo a Creta e ora nel sottosuolo nordamericano, il Labirinto è un mondo sotterraneo che nasconde pericoli e insidie indicibili, e gli insegnamenti di Quintus, il nuovo istruttore di tecniche da combattimento, si rivelano preziosissimi. Percy e i suoi amici lotteranno con nemici sempre più potenti e terrificanti, scopriranno la verità sulla scomparsa del dio Pan e dovranno scontrarsi con il terribile segreto custodito da Crono. L'ultima sfida ha inizio... e questo è solo la prima delle battaglie.

3#"I passi dell'amore" che mi sono procurata grazie a Bookmooch.

AUTORE:Nicholas Sparks

GENERE: Romantico

CASA EDITRICE: Frassinelli 

PREZZO DI COPERTINA: Non ne ho idea,è scritto in lire

RECENSIONE: QUI

TRAMA: A distanza di tempo,Landon Carter rivive con rimpianto i giorni della sua adolescenza a Beaufort,una sperduta cittadina del sud.Erano gli anni cinquanta e lui era il tipico ragazzo "ribelle" in una piccola comunità conformista e sonnolenta.Un giorno proprio in occasione del ballo della scuola viene lasciato dalla fidanzata e ,controvoglia,invita Jamie,la riservata e devota figlia del pastore.Insieme non formano certo una coppia ben assortita,eppure il destino ha in serbo per loro  la più straordinaria delle sorprese...

4#"Mi piaci così" che mi sono procurata tramite Bookmooch


AUTORE: Francesco Gungui


GENERE: Young Adult


CASA EDITRICE: Mondadori


PREZZO DI COPERTINA: 15 euro


CONSIDERAZIONI:Non vi dico nulla!Ve ne parlerò nel Wrap up
di Aprile.

TRAMA:Amor, ch'a nullo amato amar perdona". È questa, secondo Alice, la più grande assurdità di tutti i tempi. Solo che l'ha scritta Dante, quindi non si può dire niente. Luca soffre di internet dipendenza, passa le sue giornate su messenger e crede che Luciano Ligabue sia il più grande filosofo del ventunesimo secolo. Daniele ha un furetto che si chiama Dott. Marley e il suo sogno è quello di trasferirsi a Kingston, la capitale della Giamaica. Luca però pensa che i dread di Daniele siano "Made in China". Mary legge solo riviste di gossip, in particolare gli oroscopi, ma solo quelli che le dicono che la vita sessuale va da dio. Martina è il sogno erotico di tutta la scuola. È ricca sfondata ma d'estate lavora in un chiringuito in Salento sulla spiaggia. È qui che tutti si incontrano ed è proprio a pochi passi dal mare che succede ogni cosa. E mentre Bob Marley canta che "every little thing is gonna be all right", una frase si prepara a cambiare la loro estate: "Mi piaci e basta. Mi piaci così".

5#"Evadne la sirena perduta",che mi è stato gentilmente inviato dalla Dunwich edizioni

AUTORE: Diana Al Azem

GENERE: Fantasy

CASA EDITRICE: Dunwich edizioni

PREZZO DI COPERTINA: 9.90 euro

CONSIDERAZIONI:Ve ne ho già parlato nel Wrap Up di Marzo,però a breve ne scriverò una recensione.

TRAMA:  "Non potrò mai dimenticare quel senso di soffocamento provocato dallo stare così tanto tempo sott'acqua.Nè la mancanza di ossigeno che mi bloccava i polmoni,provocandomi piccoli spasmi,o la poca luce che passava sotto il mare,spegnendosi poco a poco.Qualche istante prima di perdere conoscenza,sentii qualcosa afferrarmi la vita e trascinarmi nelle profondità del mare.Proprio in quel momento persi i sensi.Non ricordo nè come nè quando tornai a galla,ma a un tratto mi ritrovai alla deriva su una tavola da surf,di sera,a poche centinaia di metri al largo della costa di Tarifa.Grazie a una pattuglia di guardia che vigilava la zona riuscii a tornare a casa.Non sono mai stata capace di spiegarmi come una bambina di tre anni,in mezzo al mare,fosse riuscita a sopravvivere a quelle temperature invernali.

6#"Luce" che mi è stato gentilmente inviato dalla Giovane Holden edizioni.

AUTORE: Giovanna Foresio

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Giovane Holden edizioni

PREZZO DI COPERTINA: 14 euro

TRAMA:  Giovanna Foresio prende in prestito la storia di un rapimento annunciato per esplorare l'animo umano, l'incapacità di relazionarsi non solo con gli altri ma prima di tutto con se stessi. Talvolta le circostanze ci inducono a sentirci fragili e impotenti di fronte alle avversità, all'imprevisto, alla cattiveria. Evadere in una realtà parallela in cui buio e luce si frantumano fino a confondersi e confonderci diviene l'unico desiderio. La protagonista di Luce è una donna che da sempre ha sofferto e soffre in silenzio: bambina per la morte del padre e del fratello minore, donna per l'uomo che le vive accanto e che un giorno l'ama alla follia mentre il giorno dopo la umilia e la brutalizza. Riservata, quasi timida Barbara possiede una grande determinazione interiore che le permetterà di affrontare faccia a faccia i suoi demoni. Tre i piani narrativi: l'azione in cui si narrano gli eventi che fanno temere il rapimento della piccola Claudia a opera della Sacra Corona Unita; l'analisi in cui la protagonista si confronta con uno psicoterapeuta e cerca di riannodare i fili della propria esistenza; gli appunti intimi mistico caleidoscopio di riflessioni speculative e sensazioni.

7#"Io vivrò nel buio" che mi è stato sempre inviato dalla Giovane Holden Edizioni

AUTORE: Lucietta Trimarco

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Giovane Holden Edizioni

PREZZO DI COPERTINA: 12 euro

TRAMA: Interi universi prendono forma dalla penna di Lucietta Trimarco, si popolano di creature inquietanti e apocalittiche visioni, sogni e incubi, fate, elfi, vampiri e stanze perse nelle dimensioni. L’uomo è solo al centro di un cosmo in cui il terrore spesso proviene dagli abissi della mente, un mondo in cui l’unica possibile salvezza è riuscire a smascherare e affrontare le proprie paure. La scrittrice dimostra un’invidiabile capacità nel saper gettare un ponte tra il mondo dei sogni e quello della veglia, finché a poco a poco l’uno trascolora nell’altro in un amalgama originalissimo. Forze terribili e misteriose, inafferrabili e incombenti agiscono sotto la superficie di quotidianità delle sue storie. Elementi risvegliati da casuali combinazioni, da atti più o meno intenzionali oppure filtrati attraverso fratture nella realtà stessa delle cose. Personaggi persi in un cosmo sempre più alieno, estraneo all’essere umano, alla ricerca di un disegno che sbiadisce progressivamente sino a una tragica e definitiva scomparsa. La Trimarco si immerge in quelle atmosfere, sembra vivere sulla sua pelle quello che accade ai personaggi; si riesce a immaginarla china sui fogli a scrivere a lume di candela, circondata da ombre e mostri che la fissano e aspettano nel buio pronti a ricordarle/ci che spesso non c’è il lieto fine...
La prematura scomparsa dell’autrice ha fatto sì che alcuni dei racconti siano rimasti incompiuti, eppure tutti, così sottilmente inquietanti, affascinano il lettore anche per il potere salvifico dell’immaginazione.

8#"Corrispondenza prefetta d'affetto" che mi è stato inviato dalla Giovane Holden edizioni

AUTORE: Claudia Buratti

GENERE: Raccolta di poesie

CASA EDITRICE: Giovane Holden Edizioni

PREZZO DI COPERTINA: 12 euro

CONSIDERAZIONI:Devo dire che mi è piaciuto,ci sono molte poesie al suo interno che ho apprezzato molto

TRAMA: Lei disse: “Dimmi qualcosa di bello”. Lui rispose: “(∂ + m) ψ = 0”.
L’equazione di Dirac è la più bella equazione conosciuta della fisica. Applicando il principio teorico, che prende in esame i due sistemi, a due persone di ambo i sessi o dello stesso sesso, esso si possa formulare così: “Se due persone interagiscono tra loro per un certo tempo in cui si verifica l’instaurarsi dei sentimenti reciproci di amicizia o di amore, e poi vengono separate, esse non possono essere descritte come due persone distinte ma, in qualche modo diventano un’unica persona. In altre parole, quello che accade a una di loro continua a influenzare l’altra, anche se distanti chilometri o anni luce”. 
L’amore, o meglio la ricerca dell’amore, è il tema dominante della silloge di esordio di Claudia Buratti.
Amore è passione, sentimento che scaturisce dal cuore e non conosce ragione, non misura le cose, si esprime liberamente in una affannosa corsa dentro uno specchio a cercare il riflesso di quel suo stesso sentire: una corrispondenza perfetta d’affetto. Ma l’amore non si può toccare, si può solo sentire col cuore mentre la mente pretende traduzioni in linguaggi stereotipati. Ed è in questa vana ricerca che l’amore si perde in labirinti di terrene esistenze. Una lotta impari, insomma, fra mente e anima dove la condizione dominante è la costante incertezza, la caducità di un sentimento indefinibile per definizione.

I miei "Acquisti" sono terminati.Fatemi sapere se vi interessa qualcosa,e soprattutto quali sono stati i vostri ultimi acquisti.Un bacio :*

                                                                                                                                      MissDafne











domenica 5 aprile 2015

L'AUTOREGALO PERFETTO #PasquaEdition

Buongiorno amici ed amiche,
Per augurarvi una buona Pasqua pensavo che non ci fosse modo migliore che portare avanti una rubrica che tratto sempre durante le feste:"L'autoregalo perfetto",nella quale vi consiglio dei libri da autoregalarvi per quella determinata occasione.Qui trovate quello in occasione della festa della donna,qui quello per Natale,qui quello che riguarda San Valentino.

Oggi voglio proporvi dei libri che mi fanno pensare alla rinascita.

1# 
     

TITOLO:Wonder


AUTORE: R.J Palacio

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE:Giunti

PREZZO: 9.90 euro

LO CONSIGLIO:A chi si sente spesso triste,malinconico.Questo libro vi farà pensare e vi aiuterà a considerare e ad apprezzare le cose più trascurabile della vita.




2#



TITOLO:Noi siamo Infinito

AUTORE: Stephen Chbosky

GENERE: Young Adult

CASA EDITRICE: Sperling & Kupter

PREZZO: 16.90 euro

LO CONSIGLIO:A chi si sente insicuro,sbagliato.Questo libro vi insegnerà,almeno in parte,a mettervi in gioco,a farvi capire che la vita è nelle vostre mani,e sta a voi "giocare la partita".




3#



TITOLO:Molto forte,incredibilmente vicino

AUTORE: Jonathan Safran Foer

GENERE: Drammatico

CASA EDITRICE:Guanda

PREZZO: 18.50 euro

LO CONSIGLIO:A chi sente di avere dentro di se un vuoto incolmabile.Questo libro vi guiderà e vi farà "esplorare" le vostro sensazioni,vi insegnerà a mettervi a nudo e a non tenere tutto dentro.



4#



TITOLO:E l'eco rispose

AUTORE: Khaled Hosseini

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Piemme

PREZZO:13 euro

LO CONSIGLIO:A chi spesso crede di non aver ben capito quale sia il suo posto.Questo libro,forse vi aiuterà a fare un po' di chiarezza nella vostro vita.




5#


TITOLO:Acquanera

AUTORE: Valentina D'Urbano

GENERE:Romanzo

CASA EDITRICE:Longanesi

PREZZO: 10 euro

LO CONSIGLIO:A chi non riesce a lasciarsi alle spalle il passato,un'ombra persistente.Forse,"Acquanera" vi aiuterà a concentrarvi sul futuro,sulle persone che lo costituiscono.




Spero che il post vi sia piaciuto,come sempre ho cercato di impegnarvi per proporvi qualcosa di diverso.
Non mi resta che augurare UNA BUONA PASQUA a tutti i miei carissimi lettori e lettrici
A presto!

                                                                                                                                                 MissDafne








venerdì 3 aprile 2015

WRAP UP #Marzo2015

Salve amici <3
Ogni mese,d'ora in avanti,farò un bilancio delle mie letture.Vi esporrò i titoli che ho trattato e ad ognuno darò un voto.Così potrete farvi un'idea senza leggere la recensione,visto che non mi è possibile recensire ogni libro che leggo(purtroppo)



TITOLO:Percy Jackson e la maledizione del Titano


SERIE: Percy Jackson

AUTORE: Rick Riordan

GENERE: Fantasy

CASA EDITRICE:Mondadori

ACQUISTABILE: amazon

CONSIDERAZIONI: QUI

VOTO: 7 e mezzo




TITOLO:Percy Jackson e la battaglia del Labirinto

SERIE: Percy Jackson

AUTORE: Rick Riordan

GENERE: Fantasy

CASA EDITRICE:Mondadori

ACQUISTABILE: amazon

CONSIDERAZIONI: QUI

VOTO: 7 e mezzo/8





TITOLO:Percy Jackson e lo scontro finale

SERIE: Percy Jackson

AUTORE: Rick Riordan

GENERE: Fantasy

CASA EDITRICE: Mondadori

ACQUISTABILE: amazon

CONSIDERAZIONI: QUI

VOTO: 7






TITOLO:Il racconto dell'ancella

AUTORE: Margaret Atwood

GENERE: Distopico

CASA EDITRICE: Ponte delle Grazie

ACQUISTABILE: amazon

CONSIDERAZIONI: QUI

VOTO: 7 e mezzo/8





TITOLO:Fallen

SERIE: Fallen

AUTORE: Lauren Kate

GENERE: Urban Fantasy

CASA EDITRICE: Bur

ACQUISTABILE (anche se non ve lo consiglio): amazon

CONSIDERAZIONI:Questo libro non mi è piaciuto.L'ho trovato una rivisitazione di tante cose messe insieme: 
Twilight,Shadowhunters.le solite cose.Ho odiato il triangolo amoroso, che è un aspetto veramente persistente all'interno del libro.Non continuerò la serie,anche perchè ho sentito che i seguiti sono peggio del primo.
VOTO:  5 e mezzo (solo per lo stile di scrittura)


TITOLO:E l'eco rispose

AUTORE: Khaleb Hosseini (<3)

GENERE: Romanzo

CASA EDITRICE: Piemme

ACQUISTABILE: amazon

CONSIDERAZIONI: E' veramente un bel libro!All'inizio non ero convintissima di leggerlo,la trama non mi ispirava granchè...avevo paura che la mia opinione su Hosseini potesse cambiare (ci tengo a precisare che ho letto tutte le sue opere e lo stimo tantissimo come autore).Questo libro mi ha toccata molto,soprattutto per il modo in cui è scritto...Hosseini ha la capacità di arrivarti sino al cuore.
VOTO: 8


TITOLO: Evadne la sirena perduta

AUTORE: Dian Al Azem

GENERE: Fantasy

CASA EDITRICE: Dunwich Edizioni

ACQUISTABILE: amazon

RECENSIONE: QUI

VOTO: 6 e mezzo/7




Avete letto questi libri?Vi sono piaciuti?
Quali sono state le vostre ultime letture?Fatemelo sapere <3

                                                                                                                                      MissDafne






mercoledì 1 aprile 2015

RECENSIONE SERIE PERCY JACKSON E GLI DEI DELL'OLIMPO

Salve amici<3,
oggi vi recensirò una serie che ho terminato nel periodo di Marzo.

SERIE:Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo

LIBRI: Il ladro di fulmini,Il mare dei mostri,La maledizione del Titano,La battaglia del labirinto

AUTORE: Rick Riordan

GENERE: Fantasy

CASA EDITRICE: Mondadori

PREZZI DI COPERTINA: 13 euro (brossura)

TRAMA(1# libro): Percy Jackson non sapeva di essere  destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo.Le creature della mitologia greca e gli dei dell'Olimpo,in realtà,non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York,più vivi e litigiosi che mai.Tanto che l'ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos:qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus,e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni.Sarà proprio Percy a dover indagare sull'innocenza di Poseidone,dio del mare e padre perduto,che l'ha generato con una donna mortale facendo di lui un semidio.Nuove gesta e antichi nemici lo aspettano,e non saranno solo lo sguardo di Medusa e i capricci degli dei a ostacolare la ricerca della preziosa refurtiva,ma le parole dell'Oracolo e il suo oscuro verdetto:un amico tradirà,e il suo gesto potrebbe essere fatale.

                                MIE CONSIDERAZIONI: 
Avevo iniziato la serie l'estate scorsa ma,allora,non ero riuscita a terminarla,per ragioni a me oggi ignote.Per via delle pressioni fattomi dalla mia migliore amica,che guarda caso ama tutti i libri di Riordan,nel mese di Marzo ho ripreso in mano i libri:
#Percy Jackson e il ladro di fulmini: Devo dire che il primo libro della serie non mi ha fatta impazzire,anzi,andavo piuttosto a rilento durante la lettura.Ho trovato Percy molto immaturo in questo libro,come è giusto che sia,visto che ha dodici anni.Sicuramente,però,il primo capitolo della saga mi è stato utile per inquadrare tutti i personaggi,che vengono presentati per la prima volta.Ho scoperto di provare un innato amore per Luke (non uccidetemi ,please)
Frase preferita: "Un lieve sorriso comparve sulle sue labbra- L'obbedienza non ti viene naturale,vero?.No...signore"
Voto: 6 e mezzo/7
#Percy Jackson e il Mare dei mostri: Nel secondo libro si cambia completamente scenario:veniamo proiettati nell'Odissea (il mio poema epico preferito**).Percy andrà a ricalcare i passi di Ulisse,incontrerà la Maga Circe,le sirene...e per questo non ho potuto che apprezzare questo libro.Nonostante ciò però,continuavo a sentire in modo persistente la netta differenza di età fra me e Percy...e a tratti non ho apprezzato molto questa cosa.Viene introdotto un nuovo personaggio:Tyson,per il quale provo un'immensa tenerezza,è uno dei miei personaggi preferiti della serie.
Frase preferita: "Che c'è?-domandò- Niente - risposi- Solo che è bello essere a casa"
Voto: 7
#Percy Jackson e la maledizione del Titano:.La storia procede molto lentamente all'inizio,per buona metà del libro non succede granchè,e per questo,visto che sono una grandissima appassionata dei colpi di scena e dell'azione,non riuscivo a sentirmi molto catturata dal libro.Poi,verso la fine,si è riaccesa in me la curiosità di sapere come sarebbe andato a finire,e beh,inutile dirvi che l'ho finito tutto d'un fiato.Finalmente Percy Jackson è diventato adatto alla mia età,in questo libro cominciano ad essere trattate tematiche meno infantili,e più adolescenziali.
Frase  preferita: "-Bah.Non è questo il punto.Segui il tuo cuore-Ma...io non so dove stia andando.Il mio cuore,intendo"
Voto: 7 e mezzo
#Percy Jackson e la battaglia del Labirinto: Questo è sicuramente il libro che ho apprezzato più di tutti quelli della serie.Scorre in modo velocissimo,nonostante sia il più grande fra i cinque,l'ho finito in una giornata.Ho capito,durante la lettura del quarto capitolo della serie,di essermi veramente affezionata a Percy,e a tutti gli altri personaggi.La trama è molto intrigante: Percy si deve introdurre,insieme ai suoi amici nel Labirinto del Minotauro per cercare Dedalo,l'architetto.Oltre ad avere una grande passione per la storia greca,e quindi per le varie leggende,mi piacciono le storie incentrate in luoghi misteriosi tutti da scoprire.
Frase preferita: "Annabeth si alzò in piedi- Sentite,il punto è questo:devo entrare nel Labirinto.Troverò il laboratorio e fermerò Luke.E..mi serve aiuto-Si voltò verso di me-Vieni?.Non esitai un secondo-Sì."
Voto: 7 e mezzo/8
#Percy Jackson e lo scontro finale:Se devo essere sincera per l'ultimo capitolo della serie mi aspettavo un qualcosa di più.Purtroppo la maggior parte del libro è incentrata sulla battaglia,e io non sono una vera appassionata degli scontri e delle lotte con i mostri...per cui l'ho trovato un po' noioso a tratti.Nonostante ciò,penso che uno dei personaggi che sicuramente viene messo più in risalto,in questo libro è Annabeth...un personaggio che ho cominciato ad amare pian piano.Mi rivedo molto in lei,sotto alcuni aspetti.Il finale del libro,nonchè della saga l'ho trovato più che azzeccato,non ho nulla da ribattere con le scelte di Riordan.
Frase preferita: "La tirai su e ci stendemmo entrambi sulla lastra,tremando.Non mi ero reso conto che eravamo abbracciati finchè lei non si irrigidì all'improvviso-Ehm,grazie-balbettò.Cercai di ispondere "Figurati",ma suonò più come un:-Oh,ehm,già.( Inutile dirvi che sono una fan della Percebeth)
Voto: 7

RESPONSO FINALE: 
Mi sento assolutamente di consigliarvi questa serie,perchè come avete capito dai miei voti,va migliorando di libro in libro.I personaggi sono ben definiti e caratterizzati,ognuno ha una propria personalità,non sono stereotipati,come accade spesso nelle saghe.Se vi va qualcosa di leggero per staccare un po' dai soliti distopici o romanzi sdolcinati,dovete proprio leggere questi libri.
 GIUDIZIO SAGA: Bella.

Avete letto la saga di Percy Jackson e glie dei dell'Olimpo?Fatemi sapere cosa ne pensate.

                                                                                                                                      MissDafne